Home -> Venezia -> Chioggia: chiuso il Cayo Blanco per 15 gg, escalation di razzismo e violenza

Chioggia: chiuso il Cayo Blanco per 15 gg, escalation di razzismo e violenza

Il Questore di Venezia ha disposto la sospensione della licenza di esercizio dello Stabilimento Balneare “CAYO BLANCO” di Chioggia, per la durata di giorni quindici.
Il provvedimento è conseguente alla escalation di episodi razzisti e violenti che hanno avuto luogo nello stabilimento balneare, ai danni degli avventori.
L’ultimo di questi è avvenuto nella serata del 3 agosto quando un uomo di 43 anni è stato dapprima spintonato fuori dal locale e a seguito della sua reazione, violentemente colpito dai buttafuori con calci e pugni che gli hanno causato la frattura del perone e della mascella, con una prognosi di trenta giorni.
Nello stesso locale, qualche giorno prima, si erano verificati anche casi di discriminazione razziale, allorquando il personale della sicurezza aveva arbitrariamente impedito l’accesso ad un giovane ventenne di origine etiope.
Dagli accertamenti effettuati sono emersi altri casi di violenza verificatisi nel locale, fra i quali un’aggressione avvenuta ai danni di un avventore che ha subito la frattura delle ossa nasali con prognosi di 20 giorni.

2 commenti

  1. In pratica andare a questo stabilimento balneare, non significava riposarsi,ma beccarsi botte e discriminazione…..va beh il Veneto non è nuovo……razzismo lì è cibo ,ci campano odiando

  2. Complimenti a questi signori…….fate schifo beceri razzisti,manco al mare in pace si può venire, triste notare come ormai il razzismo sia pane quotidiano qui in Italia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*