Home -> Pordenone -> Sacile: scoperte 7 truffe on line. Denunciate 10 persone
dav

Sacile: scoperte 7 truffe on line. Denunciate 10 persone

I Carabinieri della stazione di Sacile hanno concluso un’ articolata attività di indagine denunciando in stato di liberta’10 persone 7 delle quali a vario titolo ritenute responsabili della cosidetta truffa del postamat.
Le vittime, tutte di Sacile, avevano inserito beni in vendita sulle varie piattaforme on-line.
Successivamente venivano contattate telefonicamente da fantomatici compratori che in maniera gentile e convicente si fingevano interessati agli oggetti e, all’atto di stabilire le modalità di pagamento, convincevano le vittime dell’esistenza di un nuovo sistema di accreditamento del denaro in linea diretta presso gli sportelli postamat mediante il semplice inserimento del bancomat e seguendo quindi in tempo reale le indicazioni telefonicamente fornite dagli astuti truffatori.

Jpeg

In questo modo asserivano sarebbero riusciti a trasferire il denaro direttamente sul bancomat del venditore quando invece il denaro seguiva esattamente il movimento inverso.
Anzichè essere accreditato al venditore finiva accreditato sulle carte postepay evolution dei truffatori.

L’indagine, ha permesso di identificare e raccogliere inconfutabili elementi nei confronti dei truffatori tutti gia’ denunciati in precedenza per simili reati.
Sono stati deferiti all’A.G. di Pordenone:

  • un marocchino 29enne di Montecchio Maggiore e un italiano 42enne senza fissa dimora che in concorso truffavano la somma di euro 1000,00 ad un 58enne da Sacile relativamente alla caparra concordata per la vendita di un’autovettura;
  • un 54enne di Treviso che truffava della somma di euro 2000,00 un 46enne da Brugnera relativamente alla vendita di una bicicletta il cui prezzo pattuito era di euro 600;
  • un 53enne di Avezzan che truffava della somma di euro 150,00 un 29enne da Sacile quale corrispettivo concordato per la vendita di un apparecchio per la cura del corpo;
  • un 48enne di San Dona’e un 24 enne bengalese senza fissa dimora per una truffa di euro 1500,00 ad un 42enne da Sacile relativamente alla vendita di una bicicletta cui prezzo pattuito era di euro 850;
  • un 42enne di Manerbio che truffava la somma di euro 250,00 ad un 25enne da Sacile relativamente alla vendita di una bicicletta cui prezzo pattuito era di euro 1000,00.
    Nella stessa attivita’ investigativa sono state scoperte ulteriori due truffe e denunciate 3 persone: un 23enne catanese ed una 78enne che ingannavano un 51enne sacilese che a fronte di un versamento di 400,00 euro per l’acquisto di uno smart tv sul sito “subito.it”. Ed ancora un 32enne messinese che raggirava un 20enne di Sacile che aveva contrattato l’acquisto di una playstation sulla stessa vetrina di annunci on line senza mai ricevere il bene nonostante avvesse versato l’importo pattuito di 200,00 euro.
    In entrambi i casi, naturalmente, i truffatori si sono resi irreperibili.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*