Home -> Rubriche -> Natura & Benessere -> Natura & Benessere

Natura & Benessere

Bambini: troppe ore davanti allo schermo portano seri problemi

I bambini della scuola materna che trascorrono più di due ore al giorno davanti ad uno schermo potrebbero presentare maggiori problemi comportamentali rispetto ai loro compagni di classe che passano meno tempo a guardare televisione, smartphone e tablet.

È quanto emerge da uno studio canadese guidato da Piush Mandhane, dell’Università di Alberta, che ha coinvolto i genitori di oltre 2400 bambini, per raccogliere informazioni sul tempo trascorso davanti agli schermi dai loro figli tra i tre e i cinque anni.

In una seconda valutazione sono state anche poste domande su eventuali problemi comportamentali dei piccoli, come disattenzione e aggressività, difficoltà a dormire, depressione e ansia.

Pochissimi bambini di cinque anni presentavano questi problemi: solo l’1,2% esternava problemi di comportamento come aggressività o disattenzione e il 2,5% presentava interiorizzazioni come depressione e ansia.

Tuttavia, i bambini che trascorrevano più di due ore davanti agli schermi presentavano un rischio quasi sei volte maggiore di presentare deficit di attenzione e un rischio quasi otto volte maggiore di soddisfare i criteri diagnostici per il deficit dell’attenzione e l’iperattività.

Secondo le più recenti linee guida, i genitori dovrebbero limitare il tempo trascorso davanti agli schermi a meno di un’ora al giorno per i bambini dai due ai quattro anni e a meno di due ore al giorno per i più grandi.

I bambini che hanno partecipato allo studio superavano questi limiti, con una media di 1,5 ore al giorno trascorse davanti agli schermi e circa 1,4 ore al giorno dai 5 anni.
Nel complesso, quasi il 14% dei bambini superavano le 2 ore al giorno.

I contenuti dei media digitali, dal ritmo spesso incalzante, possono ipereccitare i bambini, i quali, di conseguenza, avranno difficoltà a mantenere l’attenzione, perché la vita reale può sembrare lenta e deludente in confronto.

Meglio di tutto lasciare i bimbi giocare all’aria aperta permettere loro di sporcarsi e di ritrovare il contatto con la natura.


Vania Lot

Questa pagina ospita Vania Lot: Naturopata Riflessologa, Iridologa, esperta di Alimentazione naturale.
Analizza la funzionalità dell’individuo attraverso la valutazione Iridologica, naturopatica, i test di Kinesiologia applicata e L’EAVI.
Aiuta a conoscere il percorso migliore per rimanere in salute e ripristina l’equilibrio bio-energetico-funzionale del nostro organismo.
Operatrice Reiki, utilizza tecniche di Shiatsu, Riflessologia della mano e del piede, Riflessologia facciale (Dien Chan), craniosacrale, moxibustione (moxa), coppettazione (cupping terapy), Tong Reng e Fiori di Bach.
Lavora con donne in gravidanza per un sostegno naturale in questo momento importante della vita e supporta i genitori durante la crescita dei bambini per educarli ad un sano stile di vita.
Vania è Docente di Floriterapia, Alimentazione Naturale ed Erboristeria. In questa rubrica affronterà temi legati alla salute e al benessere naturale.


www.vanianaturopata.it

Risponde al 338 37 23 103

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*