Home -> Curiosità -> Anche Jesolo a tutela delle bici dei suoi turisti
in bici tra le barene e le lagune tra Valle Dragojesolo e Valle Grassabò

Anche Jesolo a tutela delle bici dei suoi turisti

Dopo Rimini e Cortina d’Ampezzo, anche il Comune di Jesolo, nel cuore della laguna veneta: le capitali turistiche italiane fanno da apripista aderendo per prime alla piattaforma BIKEBEE, uno strumento innovativo per la lotta ai furti di biciclette.
Come una reazione a catena che si propaga a partire dalla Regina delle Dolomiti e da due località emblematiche pronta a conquistare il resto d’Italia.

Nel nostro Paese sparisce una bici ogni trenta secondi, e le amministrazioni comunali corrono ai ripari: la startup BIKEBEE, creata da Alberto Montesi, fornisce gratuitamente ai Comuni che partecipano al progetto un Registro digitale completo, realizzato usando le migliori tecnologie, accessibile da chiunque e da qualsiasi device.
Uno strumento che permette ai cittadini, in pochi click, di certificare la proprietà della propria bici registrandola gratuitamente, ma anche di riconoscere le bici rubate su tutto il territorio, comunale e nazionale.

Ai Comuni aderenti viene fornito un sito totalmente responsive, compatibile con tutte le versioni di software sul mercato (sia di sistemi operativi, sia di browser) e una app – per Android e IOS – con una grafica personalizzata con logo e colori del Comune.
Il sito sarà pubblicato su un URL a scelta dell’amministrazione comunale.
Un sistema che funziona “chiavi in mano” e viene aggiornato costantemente: il sito e l’app saranno completi di tutte le funzionalità sviluppate, comprensive di release successive per migliorie o semplificazioni delle varie procedure.

Prende forma, attraverso questa piattaforma, un progetto ad alto tasso tecnologico e allo stesso tempo a forte impatto sociale. Lottare contro i furti significa infatti incoraggiare l’uso della bicicletta, innestando un cambiamento che investe direttamente la vita dei cittadini, le loro abitudini, la percezione degli spazi e degli spostamenti.

Tutto questo parte dai territori e dalle comunità, in prima fila nella promozione della bicicletta: come Rimini, che ha aderito alla piattaforma lo scorso maggio, o Cortina, che presenterà il sistema integrato BIKEBEE e le tecnologie 4.0 dei suoi dispositivi di sicurezza nell’ambito del TEDx che la Regina delle Dolomiti ospiterà il 23 agosto.

«I cittadini hanno in mano un nuovo strumento per proteggere la propria bici, ma non solo: i vantaggi – spiega Alberto Montesi, CEO e Founder di BIKEBEE – riguardano tutte le parti coinvolte, dai Comuni, sempre più implicati nella promozione della mobilità verde, alle Forze dell’Ordine, agevolate nell’identificazione dei mezzi rubati e nella restituzione ai proprietari. È un passo deciso in direzione della Green Innovation Sustainability».

«È una grande soddisfazione per la nostra città entrare a far parte della rete BIKEBEE – afferma Valerio Zoggia, sindaco di Jesolo -. La località è da tempo impegnata in un processo di promozione della mobilità sostenibile, in particolar modo della ciclabilità, sia tra i turisti che tra i residenti. Il progetto di BIKEBEE diventa opportunità per sostenere questo sforzo, con un occhio alla sicurezza e puntare sempre più ad un modo di vivere il territorio e la città attento all’ambiente».

BIKEBEE è una startup fondata da Alberto Montesi, già CEO e Founder di Acotel Interactive, Fashionis.com, Media Bridge, Aggregando e MadeinItaly. Propone un sistema innovativo che integra vari elementi: il Registro digitale delle Biciclette, gratuito e a disposizione dei Comuni e delle Forze dell’Ordine, una piattaforma on-line accessibile alla community dei ciclisti, una app e una gamma di prodotti. Questi ultimi sono frutto della ricerca sulle tecnologie IoT/M2M e si appoggiano su sistemi di marchiatura avanzati. BIKEBEE è più di un antifurto, o un singolo prodotto: è una nuova modalità di utilizzo della bicicletta in ambiente urbano. Comprare una bicicletta, registrarla, proteggerla, sentirsi parte di una community che vigila sulle bici sono tutte azioni che fanno parte integrante dell’esperienza BIKEBEE. Per la prima volta un’unica piattaforma unisce ciclisti ed Amministrazioni locali in nome di un obiettivo comune: contrastare i furti di biciclette per incoraggiare la mobilità dolce e restituire alle città una dimensione più verde e sostenibile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*