Home -> Friuli Venezia Giulia -> Il maltempo flagella a più riprese Bassa Friulana, veneziano e trevigiano

Il maltempo flagella a più riprese Bassa Friulana, veneziano e trevigiano

La presenza di un vortice di bassa pressione sulla vicina area balcanica, ha causato nella giornata di sabato un deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche, con fenomeni temporaleschi localmente intensi, che hanno interessato a più riprese i settori adriatici di Veneto e Fvg.

Il primo episodio è avvenuto sulla Bassa friulana dove sono caduti chicchi di grandine come palline.
Verso le 15 del pomeriggio il tempo è decisamente cambiato e ha imperversato nella zona della bassa udinese tra Cervignano e San Giorgio di Nogaro.
Verso le 18 è toccato al trevigiano, colpito nello spostamento da nord a sud.
I Vigili del Fuoco segnalano interventi un po’ su tutta la provincia.
In particolare a Fontanelle in via Vallonto delle piante sono finite sui fili elettrici , in via Locandina a Carbonera un palo della Telecon è stato abbattuto dal vento.

In via Roma a Cimadolmo un albero è finito in strada.
A Villorba in via Fosse un grosso albero nella sua caduta ha interdetto ad alcune persone di entrare in casa.
Altre piante abbattute a Castelfranco ed ad Asolo.
Grossi danni a Treviso per il crollo di una impalcatura in Borgo Mazzini, di fianco a Pinarello.
L’armatura è finita su tre auto parcheggiate, danneggiandole in maniera seria.
I Vigili del Fuoco sono intervenuti per due incidenti accaduti durante la fase di maltempo a Salgareda per una macchina finita nel fosso e in via Fossadelle a Ponte di Piave per un sinistro tra due veicoli.
La stessa cella temporalesca ha investito la zona del portogruarese.

Una forte grandinata ha imbiancato le strade e le campagne di Portogruaro.
Diversi automobilisti hanno dovuto fermarsi quando i chicchi grossi hanno reso impossibile proseguire il viaggio. A Pradipozzo i problemi maggiori, con la grandine grossa ha danneggiato i vigneti del Doc Lison-Pramaggiore.
Diversi i danni anche per le autovetture.
Dopo la grandinata la temperatura è precipitata a 14 gradi.
Infine, attorno alle 19, ad essere colpito l’entroterra mestrino.

Grandine grossa (2/3 cm di diametro) su Mestre, Maerne, Martellago, Spinea Salzano e Scorzè.
In pochi minuti palline di grandine hanno creato notevoli danno infrangersi su campi, macchine, vetri.
Numerose le ammaccature riportate sulle auto, cristalli rotti, tettucci bucherellati.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*