Home -> Treviso -> Truffe agli anziani. Aumentano durante le ferie estive. L’allarme della Questura di Treviso

Truffe agli anziani. Aumentano durante le ferie estive. L’allarme della Questura di Treviso

Le truffe agli anziani, soprattutto in concomitanza con il periodo di ferie estive, costituiscono uno dei principali reati posti all’attenzione della Polizia di Stato.
La Questura di Treviso ha, in particolare, organizzato numerosi incontri finalizzati a dare consigli ed indicazioni a tutti i cittadini appartenente a tale fascia debole, oltre ad implementare l’attività di prevenzione attraverso servizi mirati.
Gli esperti truffatori, con varie scuse, si intrufolano nelle abitazioni di ignari cittadini per poi, con diversi raggiri, cercare di portare via loro soldi e/o monili in oro.
Si presentano spesso come sedicenti appartenenti alle Forze dell’Ordine o come dipendenti delle aziende di energia elettrica, acqua e gas, mostrando anche falsi tesserini.
È quanto è accaduto ieri, alle 12.45, ad una 90enne del quartiere di Santa Bona Nuova, che, dopo aver realizzato di essere stata derubata, ha chiesto l’intervento della Polizia.
Giunti sul posto gli operatori hanno ascoltato la dinamica dei fatti dalla vittima, la quale ha riferito che, durante la mattinata, mentre era da sola in casa, un uomo le ha chiesto di entrare nel suo appartamento per verificare eventuali perdite di acqua e di gas che avrebbero potuto causare il deterioramento di soldi e oro.
La donna, nutrendo fiducia nel suo interlocutore, lo ha fatto entrare in casa mentre un’altra donna è rimasta fuori ad aspettarlo.
L’anziana, seppur insospettita da tale situazione, si è lasciata convincere a consegnare al malfattore soldi in contanti e monili in oro, per evitare, a detta dello stesso, che i valori potessero corrodersi e rovinarsi a causa della perdita di gas, invitandola, pertanto, a riporre tutto quanto nel frigorifero.
Subito dopo, con una scusa, ha recuperato i beni ed è uscito dall’abitazione, dandosi alla fuga con la sua complice a bordo di una moto.
Solo dopo pochi istanti la donna si è resa conto di essere stata derubata ed ha richiesto l’intervento delle Volanti.
Sono in corso tutti gli accertamenti necessari per individuare i soggetti responsabili del reato.
La Questura raccomanda di non far accedere alla propria abitazione persone non conosciute, di verificare attentamente l’identità delle persone che si avvicinano e, in caso di situazione sospette, allertare subito le Forze dell’Ordine.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*