Home -> Treviso -> Premiata la stazione appaltante della Provincia di Treviso

Premiata la stazione appaltante della Provincia di Treviso

La stazione unica appaltante della Provincia di Treviso (SUA) ha ottenuto il Premio Compraverde Veneto per il migliore “Bando Verde – Sezione Enti Locali e Parchi” per la procedura di gara relativa ai servizi di ristorazione scolastica e fornitura pasti per utenti domiciliari a ridotto impatto ambientale per i Comuni aderenti alla SUA e in particolare per il lotto n. 3 del Comune di Codognè.
Questa la motivazione del premio: “Notevole la cura ai criteri ambientali, l’inserimento di specifiche premialità per le iniziative etico-sociali e di contrasto allo spreco alimentare”.
“La Provincia di Treviso – spiega il Presidente Stefano Marcon – agisce come Stazione Unica Appaltante per conto di circa 100 Enti e, nell’ambito di svolgimento di tali attività, come previsto dalla normativa europea, pone in fase di redazione degli atti di gara la massima attenzione al rispetto dei CAM (Criteri Ambientali Minimi) e allo sviluppo di criteri premianti che valorizzino gli Operatori Economici più sensibili alla tutela dell’ambiente nei suoi vari aspetti.
E’ un fiore all’occhiello, riferimento di competenza anche fuori dal territorio provinciale.”
La ristorazione scolastica è una materia molto delicata per l’utenza che ne fruisce e quindi particolare cura deve essere posta alla selezione degli Operatori Economici che offrono maggiore garanzia di qualità della materia prima utilizzata per la preparazione dei pasti, privilegiando prodotti di origine regionale, biologica, dop e igp.
Sono stati valutati positivamente il possesso di certificazioni di qualità in materia di sicurezza alimentare, rintracciabilità nelle filiere agroalimentari e di gestione ambientale, nonché l’impiego di mezzi di trasporto il meno inquinanti possibile.
Particolare attenzione è stata posta anche alla tutela del lavoro, mediante riconoscimento di punteggio agli operatori economici in possesso della certificazione SA 8000 in materia di Responsabilità Sociale e all’inserimento della clausola sociale per garantire la prosecuzione dell’utilizzo del personale con funzione operativa già impiegato dal precedente affidatario.
L’Ente ha cercato di sensibilizzare l’utenza in materia di educazione alimentare relativamente al consumo di frutta e verdura, nonché all’utilizzo di acqua potabile comunale anziché di quella confezionata. Infine si è voluto premiare progetti di recupero delle eccedenze alimentari a favore di famiglie in difficoltà del territorio.
Soltanto nell’anno 2018, la stazione unica appaltante della Provincia ha effettuato, per conto dei Comuni, circa 50 procedure di gara in materia di lavori per un importo di Euro 28.898.128,23 e di circa 30 procedure per beni e servizi per un importo di Euro 31.657.406,05.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*