Home -> Veneto -> Veneto/10 milioni per i Distretti del commercio
PALAZZO FERRO FINI. PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE E PROCLAMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE.

Veneto/10 milioni per i Distretti del commercio

La Giunta regionale ha approvato oggi due bandi, complementari tra loro, destinati a finanziare per complessivi 10 milioni di euro progetti per valorizzare la rete commerciale del Veneto, contribuendo al contempo a rivitalizzare, attraverso l’impulso alle attività commerciali, le nostre città e i nostri territori.

Un bando è rivolto ai 58 Comuni che hanno già ottenuto il riconoscimento dei “Distretti del commercio” da parte della Giunta regionale: finanzierà per 5 milioni di euro progetti per accrescere l’attrattività, rigenerare il tessuto urbano e sostenere la competitività dei centri urbani, valorizzando al contempo le attività commerciali e contribuendo in questo modo a combattere il fenomeno della desertificazione delle città.

“Finalmente la notizia che Comuni e commercianti aspettavano – sottolinea con soddisfazione l’Assessore regionale allo sviluppo economico – oggi ho portato in giunta la delibera con quale finanziamo con 5 milioni di euro dedicato ai 58 Comuni afferenti ai Distretti del Commercio individuati dalla Giunta regionale, 5 milioni di euro che sono destinati esclusivamente al commercio”.

“Attraverso la riqualificazione di immobili e spazi pubblici destinati al commercio – precisa l’assessore regionale – si possono favorire misure che favoriscano il risparmio energetico, la raccolta differenziata e soluzioni che vadano nel senso della sostenibilità, si possono adottare misure urbanistiche, sempre in tema di commercio, si possono promuovere concorsi di idee per la riqualificazione e rigenerazione urbana e si possono realizzare appositi itinerari che siano attrattivi nel contesto territoriale inerente al Comune sempre in ambito commerciale”. “È prevista anche la figura del manager del distretto – conclude – figura vitale per la gestione e lo sviluppo dei distretti stessi.”

I progetti, da presentare entro il 15 luglio 2019, dovranno prevedere in particolare interventi finalizzati a riqualificare gli immobili pubblici e degli spazi destinati al commercio, con particolare attenzione al contesto ambientale e alle misure urbanistiche finalizzate a migliorare l’accessibilità, la fruibilità commerciale e turistica dei luoghi e a sviluppare la mobilità sostenibile, a promuovere bandi e concorsi di idee sul tema della riqualificazione e rigenerazione urbana, a realizzare appositi itinerari di attrattività e a migliorare i servizi legati all’accoglienza turistica.

Figura di rilievo sarà il manager, individuato dai partner del Distretto, che avrà il compito di coordinare e dare impulso al progetto.

Contemporaneamente, la Giunta regionale ha approvato un bando per assegnare 5 milioni di euro alle imprese del commercio e della somministrazione, fra loro aggregate “POR FESR 2014-2020. Asse 3 Azione 3.1.1 “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” Sub-azione B “Settore Commercio”. Approvazione “Bando per l’erogazione di contributi alle imprese aggregate del settore commercio”.

I progetti saranno presentati dalle imprese (aggregate fra loro tramite un accordo di partenariato), a partire dal 31 maggio e fino al prossimo 31 luglio: il termine del progetto è previsto per il 30 novembre 2020, il contributo concesso a fondo perduto è del 50 per cento dell’investimento.

Il bando rappresenta un primo esperimento, non solo in Veneto ma in tutta Italia, di finanziamenti destinati a valorizzare progetti esclusivamente di piccole e medie imprese del commercio e della somministrazione aggregate fra loro: la sfida è quella di far collaborare soggetti tradizionalmente portati ad operare in regime individuale e di concorrenza, nell’ottica di un positivo cambiamento di approccio all’attività di impresa, con l’obiettivo comune di aumentare la competitività e l’attrattività dell’intero sistema commerciale.

Con l’approvazione dei due bandi la Regione pone un ulteriore importante tassello nell’opera di valorizzazione e qualificazione del sistema commerciale dei luoghi urbani, che sono al centro delle politiche attive regionali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*