Home -> Venezia -> Lavori in Terraferma/Stanziati 5,5 milioni tra asfaltature, segnaletica e marciapiedi

Lavori in Terraferma/Stanziati 5,5 milioni tra asfaltature, segnaletica e marciapiedi

La Giunta comunale, riunitasi ieri a Mestre in Via Palazzo, ha approvato, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici, tre delibere che riguardano la manutenzione di strade e marciapiedi della Terraferma, il ripristino della segnaletica verticale e orizzontale e la messa in sicurezza della viabilità in generale.
“Si tratta di un pacchetto di delibere, per un valore complessivo di 5.550.000 euro, con le quali abbiamo approvato i progetti definitivi di una serie di lavori sulla rete delle nostre strade della terraferma”, spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Venezia.

La prima, per un valore di 2,8 milioni di euro, prevede lavori per ripristinare la funzionalità dei beni e dei manufatti inerenti la viabilità e per garantirne la successiva messa in sicurezza. Nello specifico si tratta di interventi puntuali come la riparazione dei cedimenti stradali, la colmatura di buche, la manutenzione dei chiusini e la manutenzione in generale delle strade. A questi si aggiungono i lavori di manutenzione delle fontane e quelli di spargimento sale e di spazzaneve per la prossima stagione invernale. Inoltre ci saranno una serie di interventi di manutenzione programmata di asfaltatura di strade e marciapiedi.

Tra questi si interverrà a Mestre in via Pionara nel tratto dal sottopasso alla stazione ferroviaria, in via Pertini nella bretella dalla rotatoria a via Carrer, in via Colombo nel tratto tra piazza XXVII Ottobre a piazzale Cialdini, in via Borgonovo da via Rielta a via San Donà, in vari tratti di via Rielta, tutta via Rosmini, viale San Marco nel tratto tra via Cattaneo a incrocio Sansovino, e i marciapiedi di via Gozzi e alcuni tratti di quelli di via Forte Marghera tra via Moretti e via Hermada.

A Marghera invece si procederà con l’asfaltatura del tratto centrale di via della Meccanica, del tratto da piazzale Parmesan a via Eraclea di via Trieste e in via Pasini nei tratti da via del Lavoratore a via Bottenigo. Mentre per quanto riguarda i marciapiedi si interverrà in via Bragadin e in via della Sortita nel tratto da via Mattei a piazzale Giustiniani. Marciapiedi che saranno sistemati anche in via Paccagnella per sistemare gli avvallamenti dovuti a radici affioranti da via Scaramuzza all’ingresso dell’Ospedale all’Angelo.

Sempre a Chirignago Zelarino si procederà invece con l’asfaltatura di alcuni tratti di via Miranese tra via Carducci e via Ivancich, di via Ca’ Lin da via Gatta a via Plotino e di via Asseggiano relativamente all’area dell’ex passaggio a livello VE-TN. Infine si procederà a Favaro Veneto con la asfaltatura di alcuni tratti di via Litomarino, di via Pialoi, dal civico 14 al civico 16 e dell’intera via Pinerolo.

“La seconda delibera – continua l’assessore – riguarda invece il ripristino della segnaletica verticale e orizzontale e di messa in sicurezza della viabilità della terraferma per un valore complessivo di 800mila euro. Si tratta principalmente del riordino della segnaletica esistente e del ripristino della viabilità limitatamente ai tratti necessari al tracciamento della segnaletica orizzontale.

Infine, con la terza delibera, siamo andati a stanziare 1.950.000 euro per ulteriori interventi di manutenzione di strade e marciapiedi. In questo caso si interverrà con interventi straordinari di messa in sicurezza stradale sulla rete viaria di competenza del Comune di Venezia per tutto il territorio della terraferma andando a rifare le pavimentazioni dissestate mediante la riqualificazione del manto stradale e/o dei marciapiedi nelle loro diverse componenti per riportare le ordinarie condizioni di funzionalità.

Un importante investimento – conclude l’assessore – che, come espressamente voluto dal sindaco, va nella direzione di continuare con quel progetto di manutenzioni diffuse su tutta la città che si sta mettendo in atto per dare un chiaro segnale di attenzione a tutti quei cittadini che quotidianamente usano le nostre strade e i nostri marciapiedi per muoversi in città”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*