Home -> Venezia -> San Donà/350 mila euro per la Memoria

San Donà/350 mila euro per la Memoria

San Donà – Dopo la riapertura del museo rinnovato il 2 giugno 2018, il MUB (Museo della Bonifica) è coinvolto in un’altra opportunità  che guarda all’Europa, con il programma Interreg Italia-Slovenia 2014-2020 e il progetto “Walk of Peace – Lo sviluppo sostenibile del patrimonio della prima guerra mondiale tra le Alpi e l’Adriatico”, nell’ottica di favorire lo sviluppo del turismo culturale sostenibile.

Il Comune di San Donà di Piave, con il MUB, è stato individuato tra i punti destinatari dell’importante progetto. A tal fine è stata recentemente approvata una convenzione tra il Comune e il VEGAL in qualità di project partner, per la realizzazione delle attività previste dal progetto relative al MUB per un importo di 350.000 euro.

«Ringraziamo la Regione Veneto per aver individuato il MUB quale punto di interesse per lo sviluppo di questa progettualità europea legata al turismo culturale sostenibile» così il Sindaco Andrea Cereser  «San Donà ha una parte di storia strettamente legata alla memoria della Grande Guerra attraverso il Piave, ma è anche attraversata dalla ciclovia Monaco-Venezia e da percorsi ciclabili lungo il fiume, in un’ottica di pace e di valorizzazione anche del paesaggio.»

«Il progetto rappresenta un’importante occasione che consolida e amplia il lavoro di rinnovamento del MUB già avviato lo scorso anno, identificandolo come importante struttura per il territorio» così l’assessore alla cultura Chiara Polita «I Musei Civici con il MUB stanno lavorando intensamente dallo scorso anno per lo sviluppo di un’idea di museo diffuso, in cui il tema dell’acqua rappresenta un filo conduttore attraverso il territorio e la storia, anche nell’ottica di sviluppo di un turismo culturale e sostenibile.»

Gli interventi riguarderanno due misure principali, come illustra il direttore dei Musei Civici Sandonatesi, Sara Campaner: «Le azioni si incentrano sul tema “Grande Guerra e bonifica”, entrambi aspetti salienti della storia del territorio. Nello specifico sono previsti interventi di ristrutturazione nell’ala vecchia del museo, finalizzati ad articolare in maniera esauriente il tema, oltre allo sviluppo di una dotazione multimediale che consenta la fruizione dei contenuti in maniera innovativa. Il recupero delle fonti necessarie agli approfondimenti multimediali permetteranno inoltre una ulteriore valorizzazione dei patrimoni storico, fotografici, cartografici, bibliotecari e archivistici delle collezioni del MUB.»

Il lavoro sarà svolto in sinergia con l’assessorato ai Lavori Pubblici «Si tratta di un’opportunità importante che, oltre al valore culturale, consentirà un’ulteriore valorizzazione del patrimonio» così l’assessore ai lavori pubblici Lorena Marin.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*