Home -> Rubriche -> Italiani all'estero: un giovane chef a Dubai -> Italiani all’estero: un giovane chef a Dubai
Chef Nicholas al lavoro

Italiani all’estero: un giovane chef a Dubai

A STRETTO CONTATTO CON IL VERO RAMADAN

È ufficialmente cominciato il Ramadan islamico.
Basandosi sui movimenti lunari, non si era sicuri della data d’inizio, finchè è stato annunciato domenica sera e gli effetti si sono visti fin da subito.
Come raccontavo qualche settimana fa, la città si svuota: molti esercizi chiudono o aprono solo nel tardo pomeriggio.
Mi riferisco soprattutto a ristoranti e bar, anche se le eccezioni esistono.
Ci sono locali che non cambiano l’orario di apertura e servono da mangiare e bere anche durante le ore di sole della giornata, tuttavia sono completamente oscurati da tende nere, così che dall’esterno non si veda nessuno consumare cibo o bevande.

Si perché le ore di digiuno vanno dall’alba fino al calar del sole, dopodiché è concesso mangiare e bere.
Il pasto che rompe il digiuno qui si chiama IFTAR e solitamente consiste in acqua, frutta (fresca e secca) ed alimenti comunque leggeri.
Anche le ore di lavoro giornaliero cambiano in quanto vengono ridotte di un paio d’ore, per tutti.
La città durante la giornata si svuota molto, inquanto, a parte i turisti, quasi nessuno è in giro.
Una cosa che si nota molto anche nei centri commerciali dove in questi giorni manca la solita calca.

Un altro obbligo legato al ramadan è quello di indossare vestiti “consoni” al periodo.
Niente canottiere o pantaloncini corti per entrambi i sessi, e con le temperature che iniziano ad essere intorno ai 40 gradi, la cosa non è facile!
Il Ramadansi chiuderà il 4 di giugno con una grande festa al tramonto dell’ultimo giorno.
Qui vige l’usanza di riunirsi con amici e parenti per mangiare tutti insieme un grande banchetto che chiude le quattro settimane di astinenza.

Anche in ristorante offriamo un menù specifico per queste settimane, anche se i numeri, in quanto a clientela, calano leggermente.

L’avvento del Ramadan è atteso in tutto il mondo da milioni di islamici e non è solo il “non mangiare” come si pensa molto spesso in Europa, bensì è occasione e motivo di riflessione sulla propria fede, su se stessi e sulla vita in generale.
Ramadan kareem everyone!


Questa rubrica ospita il racconto di uno dei tanti giovani italiani emigrati all’estero per lavoro.

Nel caso di Nicholas Tomei, per passione.

Nicholas, per gli amici Nik, 27 anni, attualmente è Sous Chef del Ristorante Marina Social Dubai, all’interno dell’Intercontinental hotel di Dubai Marina.

Si è trasferito nella capitale di uno degli Stati che compongono gli Emirati Arabi Uniti dall’inizio di quest’anno, avvio di una nuova avventura, dopo 5 anni trascorsi a Londra e alla corte del celebre Gordon Ramsay.

Esperienze altamente formative, con l’esordio come chef de partie in un gastropub nel quartiere di Camden Town, nel nord della capitale inglese: York & Albany.

Altra tappa, il “London House”, ristorante nel centro di Battersea Square, vicino al quartiere di Chelsea, accanto al Tamigi. Qui Nik passa dai soli fornelli agli aspetti manageriali della ristorazione, preoccupandosi di costi, ordini, ricerca del personale, sviluppo dei menu e simili.

Diventa Senior Chef al Petrus, nel quartiere di Knightsbridge, nel pieno centro di Londra, poco distante da Hyde Park. Un ristorante che si fregia di una stella Michelin. Quella che, a tutt’oggi, Nik considera la sua più bella esperienza lavorativa. Arrivare in un locale “una stella” a 26 anni non è, del resto, da tutti.

Certo molto lontana dalle sue radici pordenonesi e dalle prime esperienze come stagionale nelle nostre località di mare.

A proposito di mare, dall’inizio dell’anno ecco un altro grande salto: Dubai, città ed esperienza che il nostro giovane Chef all’estero ci racconterà di settimana in settimana.

Per scoprire cosa pensano e come vivono i nostri ragazzi che si fanno onore fuori dall’Italia.

1 Commento

  1. Orgogliosi di questo ragazzo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*