Home -> Rubriche -> Natura & Benessere -> Natura & Benessere

Natura & Benessere

La depressione? Curiamola partendo dall’intestino

La carenza di specifici batteri intestinali potrebbe predisporre alla depressione.
È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Microbiology che ha coinvolto due campioni indipendenti ciascuno di oltre 1000 individui.

Lo studio ha evidenziato che due tipi di batteri risultano consistentemente ridotti nell’intestino di individui che soffrono di depressione.
In questi soggetti sono state riscontrate una minore varietà di specie batteriche nell’intestino e una carenza di certi ceppi.

Un’infiammazione dell’intestino potrebbe anche portare a minor produzione di serotonina, il famoso ormone della felicità (che non fa solo quello ma molto di più).
Una minor produzione di serotonina significa che potrei andare incontro a una situazione psico-emotiva compromessa fino ad arrivare a manifestare attacchi di panico o depressione.

Valutare la situazione della mucosa intestinale è dunque di estrema importanza per capire come migliorare la situazione e ristabilire gli equilibri che sono venuti a mancare.
E’ sempre più importante aiutare l’organismo a sanare le situazioni compromesse piuttosto che sostituirsi al suo “lavoro”.
Se noi stimoliamo il corpo otteniamo sicuramente un risultato migliore e duraturo.
Se si modifica la flora batterica intestinale si può ottenere una risposta significativa a livello cerebrale.

Nelle persone sane è possibile ridurre la comparsa dell’ansia e depressione modificando la composizione dei batteri intestinali attraverso l’assunzione di una bevanda fermentata.
A questo cambiamento comportamentale corrisponde una variazione alla Risonanza magnetica funzionale cerebrale, ossia una ridotta attività di un gruppo di neuroni responsabile della risposta ansiosa.

Vania Lot

Questa pagina ospita Vania Lot: Naturopata Riflessologa, Iridologa, esperta di Alimentazione naturale.
Analizza la funzionalità dell’individuo attraverso la valutazione Iridologica, naturopatica, i test di Kinesiologia applicata e L’EAVI.
Aiuta a conoscere il percorso migliore per rimanere in salute e ripristina l’equilibrio bio-energetico-funzionale del nostro organismo.
Operatrice Reiki, utilizza tecniche di Shiatsu, Riflessologia della mano e del piede, Riflessologia facciale (Dien Chan), craniosacrale, moxibustione (moxa), coppettazione (cupping terapy), Tong Reng e Fiori di Bach.
Lavora con donne in gravidanza per un sostegno naturale in questo momento importante della vita e supporta i genitori durante la crescita dei bambini per educarli ad un sano stile di vita.
Vania è Docente di Floriterapia, Alimentazione Naturale ed Erboristeria. In questa rubrica affronterà temi legati alla salute e al benessere naturale.


www.vanianaturopata.it

Risponde al 338 37 23 103

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*