Home -> Pordenone -> La rapina al centro massaggi/Identificati i 3 malviventi
I carabinieri al centro massaggi

La rapina al centro massaggi/Identificati i 3 malviventi

Sono serviti oltre 9 mesi di indagini, ma i 3 malviventi che la notte del 2 luglio scorso rapinarono il centro massaggi cinese “Orientale rossa” non sono sfuggiti ai Carabinieri di Fontanafredda.

Di concerto con i colleghi del Norm di Sacile, i militari hanno ora dato un nome ed un volto ai 3 rapinatori che depredarono il centro di mille euro, picchiando e minacciando con un coltello le due massaggiatrici presenti nell’esercizio.

I tre entrarono in azione al centro di Via Pontebbana 64 a Fontanafredda nascondendo i volti dietro mascherine sanitarie.
Le due ragazze furono afferrate per il collo, schiaffeggiate e poi portate nel seminterrato con i polsi stretti da fascette da elettricista.
I 3 erano poi fuggiti a bordo di una Bmw station wagon nera guidata da un complice.

Le indagini hanno portato a un 34enne attualmente in carcere a Poggioreale, per rapine simili; ad un 31enne con lobbligo di dimora a Padova, ritenuto l’uomo che brandiva il coltello; un 38enne ritenuto il basista e autista della banda ed infine un 48enne pregiudicato per rapine analoghe commesse nel veneziano.

Le mascherine e le fascette usate nella rapina

Tutti sono cinesi.
Ad incastrarli, le tracce biologiche lasciate sulle mascherine e le fascette di plastica recuperate dai Carabinieri e analizzate dal Ris di Parma.

Dna che ha consentito di collegare uno dei banditi anche ad una rapina avvenuta a Montebelluna nel 2017, ai danni di un commerciante cinese.
Identificata anche l’auto usata per il colpo a Fontanafredda, grazie alle immagini delle telecamere autostradali.

Dei 4 indiziati, due hanno già ammesso le loro responsabilità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*