Home -> Pordenone -> Appuntamento da non perdere allo Zancanaro di Sacile dove il 30 marzo arriva Vittorio Sgarbi con il suo progetto dedicato a Leonardo

Appuntamento da non perdere allo Zancanaro di Sacile dove il 30 marzo arriva Vittorio Sgarbi con il suo progetto dedicato a Leonardo

Al Teatro Zancanaro si terrà una nuova serata dedicata alla cultura e all’arte: dopo lo straordinario successo dello scorso anno con “Michelangelo”, Vittorio Sgarbi torna a Sacile con il suo nuovo spettacolo “Leonardo”.

Le magistrali performance di Vittorio Sgarbi han fin qui dimostrato come artisti antecedenti il nostro secolo abbiano fortemente inciso il modo di percepire il quotidiano in cui siamo immersi. Vittorio Sgarbi presenta così il suo terzo spettacolo dedicato ai geni dell’arte: dopo Caravaggio e Michelangelo tocca a Leonardo, genio del Rinascimento raccontato in parole, musica e immagini.

Le musiche originali di Valentino Corvino eseguite dal vivo e le elaborazioni video di Tommaso Arosio accompagnano il pubblico alla scoperta di un mito di portata universale, di cui proprio nel 2019 ricorreranno le celebrazioni dal cinquecentenario della morte. Leonardo, ingegnere, pittore, scienziato, talento universale dal Rinascimento giunto a noi, ha lasciato un corpus infinito di opere da studiare, ammirare, e su cui tornare a riflettere ed emozionarsi: ci saranno sicuramente Monna Lisa in compagnia dell’Ultima Cena, e ogni ingegno che il genio di Leonardo studiò, fino a spingersi alla tensione del volare.

Un nuovo viaggio nell’arte, con tempi e modalità sorprendenti grazie al lavoro minuzioso delle trame composte e curate da Doppiosenso, progetto di Valentino Corvino e Tommaso Arosio dedicato allo studio delle relazioni profonde esistenti tra suono e immagine, dove linguaggi, tecnologie e immaginari vengono rielaborati e messi alla prova nello sviluppo di opere sceniche, performance ed installazioni.

Con questa misurata miscela esplosiva, ecco a voi lo spettacolare enigma di “Leonardo”, sapientemente spiegato in tutte le sue forme da Vittorio Sgarbi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*