Home -> Friuli Venezia Giulia -> Omicidio stradale: proposta per introdurre il procedimento solo su querela

Omicidio stradale: proposta per introdurre il procedimento solo su querela

La proposta di legge nazionale n.4, presentata dai consiglieri regionali del Pd per introdurre modifiche alla normativa statale (legge n.41/2016)sull’introduzione della perseguibilità d’ufficio per le lesioni personali stradali gravi e gravissime, è stata illustrata alla I Commissione permanente, presieduta da Alessandro Basso (FdI), dal primo firmatario Diego Moretti.

La proposta si compone di un unico articolo che, sostituendo il primo comma dell’articolo 590-bis del codice penale introdotto dal comma 2 dell’art.1 della legge 41, prevede che “chiunque cagioni per colpa ad altri una lesione personale con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale è punibile ”a querela della parte offesa” – questa la specifica al testo originario – con la reclusione da tre mesi a un anno per le lesioni gravi e da uno a tre anni per le lesioni gravissime”.

Si vuole mantenere l’impianto originario della norma nazionale e
non si vuole depotenziarla – ha spiegato Moretti ricordando che
altri interventi in merito giacciano in Parlamento -; ma
introducendo la querela di parte per la procedibilità, si
solleverebbe almeno parzialmente l’autorità giudiziaria
dall’istruire procedimenti non necessari e si allineerebbero le
previsioni normative dei due articoli 590 e 590 bis del codice
per quel che prevedono in termini di procedibilità distinguendo
tra situazioni in cui sono presenti o meno le aggravanti.

Si ovvierebbe così al fatto che la procedibilità d’ufficio del
reato di lesioni personali gravi o gravissime, anche per
l’ipotesi non aggravata di cui al primo comma dell’art.590-bis,
comporta l’inizio di provvedimenti penali per fatti per i quali
non vi è alcuna volontà della vittima di procedere, in quanto non
vi è stata alcuna querela e nella maggioranza dei casi essa è già
stata risarcita dall’assicurazione e il conducente del veicolo
che ha causato l’incidente ha compilato una constatazione
amichevole con la persona che ha subito lesioni.

In precedenza la Commissione aveva espresso parere favorevole
(con voto di astensione del Pd) alla generalità della Giunta,
illustrata dall’ass. Fabio Scoccimarro, riguardante il
conferimento a Guglielmo Berlasso dell’incarico di Commissario
straordinario per gli interventi di recupero del comprensorio
minerario di Cave del Predil.

L’illustrazione della proposta di legge n. 20 in tema di tutela
dei liberi professionisti – terzo punto all’ordine del giorno
della Commissione – è stata rinviata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*