Home -> Venezia -> 18 anni è già evasore seriale: per lui si aprono le porte del carcere

18 anni è già evasore seriale: per lui si aprono le porte del carcere

La vicenda di M.D.,18enne portogruarese era iniziata con il suo arresto in flagranza, da parte dei Carabinieri, nel settembre scorso, in quanto ritenuto responsabile di reati contro la persona.
Per questo era finito agli arresti domiciliari a Portogruaro.

Pochi giorni dopo però, una pattuglia aveva dovuto cercarlo per ore perché non l’aveva trovato in casa durante un controllo di routine.

Informato, il GIP di Pordenone aveva subito disposto per lui il braccialetto elettronico che già il pomeriggio seguente il giovane (di origini africane) aveva cercato di manomettere, facendo scattare l’allarme e un nuovo intervento dei militari.

Nei giorni seguenti il braccialetto si attiva spesso e, sempre rintracciato e ricondotto a casa, il ragazzo si giustificava con scuse banali: era uscito di casa dopo un litigio con i genitori, oppure si era recato in Pronto soccorso per un malore, o ancora aveva solo bisogno di una boccata d’aria di pochi minuti.

Il Gip presso il Tribunale di Pordenone Rodolfo Piccin stamani ha preso la sua decisione, decidendo per lui la custodia cautelare in carcere.
Ora il turbolento 18enne è nella casa circondariale di Pordenone.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*